Avola

La storia cantata: Avola, eccidio durante la manifestazione (2 Dicembre 1968)
Avola... Avola... Saranno stati cento, duecento, quattrocento o forse mille Avola provincia di Siracusa Giù, roba di terronia, braccianti cantano: «Forza compagni andiamo avanti rivoluzione trionferà». Lungo le strade fermano camion hanno rovesciato due macchine. Gente: basta, così non si può più andare avanti, ci strozzano Carabinieri, poliziotti, mitra, elmetto Buoni ragazzi, cerchiamo di ragionare Tornate a casa, sgomberate Uno tira un candelotto fumogeno, uno della polizia calcolato male il vento un gran nuvolone di fumo va in faccia alla polizia Tosse tosse Ci vengono addosso Li prende la follia Per terra tre chili di bossoli di proiettili uno, due inchiodati per terra arrivano le donne piangendo arriva telegramma del ministro: «Sentite condoglianze, spiaciuto disgrazia, stop» Arrivano lire 500.000 a testa, 10.000 a chilo, più che il filetto I lavoratori scioperano in tutta Italia I sindacati hanno deciso per venti minuti di sciopero senza uscire dalla fabbrica Grazie compagni per il gesto di solidarietà Grazie...
Scheda del canto
Autori testo
Anno
Lingua
Inserito da
Roberto Deiana

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!