La mamma rondine

Ier sur'al tétt grand gibilé -cùsa sucéd?- esco a vede: l'era una rondine tutta ciapàda che la istruìva la sua nidiàda ai rundenìtt pien de paura mamma mostrava volando sicura cume 'nsu'i pàgin del ciel se pò scrìv cu'i penn di al la gioia de vìv ma incóe giò in téra tra i erburìtt vùn adré l'alter tróevi d'i usìtt ben ben spolpati e sparsi qua e là ciufétt de pénn insanguinaa mentre in dispàrt il respunsàbil di tale eccidio un miseràbil gattaccio nero 'me nient'el fudéss si lecca i baffi cuntent de sé stéss la marna rondine foera de matt savéva pù in che mur anda a sbàtt "ciuì-ciuì" di rabbia levando imputent contro 'sto mondo e le Leggi Vigent Leggi che premiano -aimé!- i più forti serbando ai deboli gran brutte sorti Lesg che nel nome della preputensa scusano e assolvono ogni viulensa el bianch d'i òss e il verd d'i erburìtt el russ del sang e'1 negher del gatt me rimandàven l'identikìtt di quést’Itaglia cu'i so misfàtt ora, al pensiero -son mamma anch'io!- che ai me fiulétt -cristo/d'un/dio!- possa domani tucàgh in destino un gatto nero sul loro cammino mi sono detta: "stiamoci attenti vist come punge la Rosa dei Venti... ai gatti neri fascisti nostrani perché tagliargli solo le mani..? già che ci siamo, scurtèmigh el coo: tant lur la tèsta l'adòperen no!
Informazioni
Il "Collettivo Ticino riva sinistra" fu attivo a Castano Primo (MI) negl' anni '70/'80.
Fonte
Fiorenzo Gualandris, Gaziano Carlessi
Scheda del canto
Anno
Lingua
Traduzione
La mamma rondine
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!