L'uccisione di Umberto I da parte di Gaetano Bresci

L'uccisione di Umberto I da parte di Gaetano Bresci

(Italia)
bresci.jpg

Il 29 luglio del 1900 l'anarchico Gaetano Bresci, di Prato, uccise con tre (forse 4) colpi di pistola Umberto I di Savoia. Fu condannato alla pena capitale, ma fu trovato morto nella sua cella il 22 maggio 1901. Questo atto era stato la risposta all'accedio perpetrato a Milano da Bava Beccaris, nel 1898, contro la popolazione che protestava per il pane.