La strage di Piazza Fontana

La strage di Piazza Fontana

Esplode una bomba nel salone degli sportelli della Banca Nazionale dell'Agricoltura, al numero 4 di piazza Fontana, la banca è infatti gremita per il "mercato del venerdì", che richiama gli agricoltori delle province di Milano e Pavia. L'ordigno è stato collocato in modo da provocare il massimo numero di vittime: l'attentato causa sedici morti, di cui quattordici sul colpo, e ottantotto feriti.