Siamo stufe

Siamo stufe

Anno
Siamo stufe di avere paura vogliamo uscire nella notte più scura senza lo spry al peperoncino e senza avere un uomo vicino. Mi hanno detto che Salvini vuole riaprire i vecchi casini noi siam stufe di essere sfruttate puttane o sante esser classificate! Noi siamo stufe della pubblicità che deforma la nostra realtà, questa eterna schiavitù da oggi in poi non l’accettiamo più! Ci han diviso tra brutte e belle, ma tra di noi siamo tutte sorelle, fra di noi non c’è distinzione all’uomo serve la divisione. Noi siamo stufe di non poter abortire secondo gli obiettori dobbiamo soffrire, il nostro corpo ci appartiene per tutto questo lottiamo insieme! C’è pure Pillon col suo decreto che vuole farci tornare indietro, pedofili e violenti vuol riabilitare per questo, donne, dobbiamo lottare. Oggi giorno c’è più precarietà non è il momento giusto per la maternità, non ci sono asili a buon mercato e la paternità pare essere un reato. Ci dicon sempre di sopportare, ma da oggi noi vogliamo lottare, per la nostra liberazione facciamo donne la rivoluzione!
Informazioni

Parodia della famosa canzone del movimento femminista romano Noi siamo stufe. E' stata elaborata il 2 marzo 2019 nel corso di un laboratorio autogestito, nell'ambito della festa "Almen nel canto non vogliam padroni!" organizzata dal coro Pane e Guerra di Bergamo a Ponteranica (BG)

Scheda del canto
Anno
Lingua
Tags
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).