Quando l'anarchia verrà

Quando l'anarchia verrà

Autori testo
Quando l'anarchia verrà tutto il mondo sarà trasformato dei governi più non resterà che un ricordo d'infame passato. Unita alle altre verrà la famiglia del lavoratore, ed in comune metterà il fruto del sudato lavor. E allor nel cuor pensando all'avvenire cesserà lo strazio ed il soffrire (bis) La macchina aiuto darà al progresso del nostro lavoro il borghese non la sfrutterà per cavarne l'infamia dell'oro L'aborrito confin sparirà così pure preti e soldati e nel mondo sol spazierà l'ideale di cui siamo animati. E allor nel cuor... Dovunque colpir si potrà guerra, guerra all'odiato borghese; finchè scendere a patti dovrà guerra sempre in qualunque paese. L'anarchia è propagata di già: quindi amici da forti lottiamo, l'ideal s'avvererà se uniti più forti vinciam. E allor nel cuor... E allor nel cuor pensando all'avvenire cesserà lo strazio ed il soffrire.
Informazioni
Sull'aria di Il mio ben amato papà.
Fonte
CAtanuto S., Schironi F., Il canto anarchico in Italia nell'Ottocento e nel Novecento, zero in condotta edizioni, Milano, 2009.
Scheda del canto
Autori testo
Lingua
Tags
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!