Precario se more [1]

Precario se more [1]

Anno
Amme pigliate chitarre e tammure pecchè sta musica s'ha da cagnà simm' insegnant' e facimmo cultura e contr’e taglie vulimme cantà Hanno tagliato 'a scola e istruzione pecchè ‘e sturiente nun s’hanna 'mparà oi Mariastella mò siente stu tuono: a scola è a nosta e nun s'ha da tuccà Tutt' e precarie, maeste e mpiegate se so' scetat' e mo stann' a luttà si nun ce molla pur'o sindacato 'a voce nosta cuntinua a s'aizà A chi cumanna fa schifo 'a cultura pecchè chi studia nun se pò mbruglià chi vò tenè ignorante 'e ccriatur' è stu guverno ch'avimm' 'a caccià Tutt'e bidelle e tutt'e prufessure tutt'e precarie hamma stabbilizzà levammece 'o bavaglio r'a vocca ca chi ce taglia 'n ce vò fa parlà. 'Omm' s' nasc' precario s' mor' ma fin' all'ultm' avimma luttà 'a cunuscenza è 'o cchiù bellu sciore ma è 'na jastemma sta riforma ccà.
Informazioni
Canto estemporaneo intonato da amici, perciò autore ignoto o anonimo, su musica e metrica di Brigante se more, di Eugenio Bennato
Scheda del canto
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!