O bella Madunina

O bella Madunina

Anno
Autori testo
A disen che la fin la nass a Napuli e francament g'han minga tutt i tort, Noemi, el papi, s'ciopa la Veronica la scriv che l'è malà 'sto balabiott mi speri che se ufenderà nissun se ‘l mandum anca num a da via ... O mia bela Madunina che te tiren de luntan su la grugna del Berlusca, l'è restàa cui denti in man. Lasa pur che el se lamenta che le lu quel pusè bun vun del popolo sovrano, pensa ti, 'l g'ha piantà un gran bel gratun. Adess g'hè la cansun de Roma magica el cardinal Bagnasco e i so urasiun, Scaiola g'hann cumpràa la cà a l'Arena, Tremonti, no lu el sta dal Milanes. Sperem che venga minga la mania de mettes a cantà "Minetti mia" O mia bela Madunina che te tiren de luntan su la grugna del Berlusca l'è restàa cui dent in man, 'nsena a lu se viv la vita a ghe piasen tant i donn, per adess l'ha purtàa a ca' stu pover luch, un souvenir del noster domm.
Informazioni

Il 13/12/2009, dopo un comizio a Milano, un ragazzo lanciò verso Berlusconi un souvenir in metallo del Duomo milanese. L'oggetto colpì il presidente procurando lesioni al viso. Due anni dopo, sulla musica di "O mia bella Madonina" di Giovanni D'anzi, Antonio Catacchio scriveva il testo qui riprodotto..

Scheda del canto
Autori testo
Anno
Lingua
Inserito da
ezio cuppone

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!