Non piangere oi bella [Partono gli emigranti]

Non piangere oi bella [Partono gli emigranti]

Anno
alfredo_bandelli.jpg
Autori testo

Ti possono interessare anche..

Non piangere oi bella se devo partire, se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Partono gli emigranti, partono per l'Europa sotto lo sguardo della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti, partono per l'Europa sotto lo sguardo della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia.
Do Non piangere oi bella se devo partire, Sol7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Do che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Do Sol7 Partono gli emigranti, Do partono per l'Europa sotto lo sguardo Sol7 Do della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Do# Non piangere oi bella se devo partire, Sol#7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Do# che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Do# Sol#7 Partono gli emigranti, Do# partono per l'Europa sotto lo sguardo Sol#7 Do# della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Re Non piangere oi bella se devo partire, La7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Re che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Re La7 Partono gli emigranti, Re partono per l'Europa sotto lo sguardo La7 Re della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Re# Non piangere oi bella se devo partire, La#7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Re# che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Re# La#7 Partono gli emigranti, Re# partono per l'Europa sotto lo sguardo La#7 Re# della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Mi Non piangere oi bella se devo partire, Si7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Mi che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Mi Si7 Partono gli emigranti, Mi partono per l'Europa sotto lo sguardo Si7 Mi della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Fa Non piangere oi bella se devo partire, Do7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Fa che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Fa Do7 Partono gli emigranti, Fa partono per l'Europa sotto lo sguardo Do7 Fa della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Fa# Non piangere oi bella se devo partire, Do#7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Fa# che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Fa# Do#7 Partono gli emigranti, Fa# partono per l'Europa sotto lo sguardo Do#7 Fa# della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Sol Non piangere oi bella se devo partire, Re7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Sol che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Sol Re7 Partono gli emigranti, Sol partono per l'Europa sotto lo sguardo Re7 Sol della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Sol# Non piangere oi bella se devo partire, Re#7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Sol# che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Sol# Re#7 Partono gli emigranti, Sol# partono per l'Europa sotto lo sguardo Re#7 Sol# della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
La Non piangere oi bella se devo partire, Mi7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai La che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. La Mi7 Partono gli emigranti, La partono per l'Europa sotto lo sguardo Mi7 La della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Sib Non piangere oi bella se devo partire, Fa7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Sib che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Sib Fa7 Partono gli emigranti, Sib partono per l'Europa sotto lo sguardo Fa7 Sib della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Si Non piangere oi bella se devo partire, Fa#7 se devo restare lontano da te, non piangere oi bella, non piangere mai Si che presto, vedrai, ritorno da te. Addio alla mia terra, addio alla mia casa, addio a tutto quello che lascio quaggiù; o tornerò presto, o non tornerò mai, soltanto il ricordo io porto con me. Si Fa#7 Partono gli emigranti, Si partono per l'Europa sotto lo sguardo Fa#7 Si della polizia; partono gli emigranti, partono per l'Europa i deportati della borghesia. Non piangere oi bella, non so quanto tempo io devo restare a sudare quaggiù; le notti son lunghe, non passano mai e non posso mai averti per me. Soltanto fatica, violenza e razzismo ma questa miseria più forza ci dà ; e cresce la rabbia, e cresce la voglia la voglia di avere il mondo per me. Partono gli emigranti... partono gli emigranti...
Fonte
Bandelli Alfredo, Fabbrica galera piazza, Ala Bianca, 1996
Scheda del canto
Autori testo
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!