A Margalida

La storia cantata: L'esecuzione di Salvador Puig Antich (2 Marzo 1974)
"Dedicada a Margalida, amant eterna d'en Salvador Puig Antich, es trobi on es trobi" Vas marxar no sé on. Ni els cims ni les aus no et saben les passes. Vas volar sens dir res deixant-nos només el cant del teu riure. No sé on ets, Margalida, però el cant, si t'arriba, pren-lo com un bes. Crida el nom del teu amant, bandera negra al cor. I potser no sabràs que el seu cos sovint ens creix a les venes en llegir el seu gest escrit per parets que ploren la història. No sé on ets, Margalida,... I que amb aquesta cançó reneixi el seu crit per camps, mars i boscos, i que sigui el seu nom com l'ombra fidel que és nostra tothora. No sé on ets, Margalida,...
Informazioni

La canzone rievoca uno dei crimini di stato più drammatici della recente storia d’Europa: l’esecuzione attraverso garrota del giovane militante anarchico Salvador Puig Antich. Margalida è la compagna di questo membro del MIL (Movimento di Liberazione Iberico) morto a 25 anni, il 2 marzo 1974, nel carcere modello di Barcellona, assassinato dal franchismo dopo un consiglio di guerra pieno di irregolarità giuridiche, nonostante le migliaia di petizioni da tutto il mondo.Vedi anche http://it.wikipedia.org/wiki/Salvador_Puig_Antich

L'utima lettera di Salvador a Margalida, diventata una canzone  Carta de Salvador Puig Antich (grazie a "Canzoni contro la guerra")

 
Fonte

Joan Isaac, LP, Viure, Ariola, 1977

Scheda del canto
Autori testo
Anno
Lingua
Traduzione
A Margalida
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!