Lo stracchino

Avendo delle difficoltà nel mio linguaggio le chiesi del formaggio volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Ma non facevo niente soltanto la guardavo con il mio sguardo sperso e vidi l’universo che sotto le mutande che lei portava rosa coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Do Avendo Lam delle difficoltà Rem nel mio linguaggio Fam Do le chiesi del formaggio Sol7 Do volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Sol# Ma non facevo niente Do soltanto la guardavo Sol7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Sol# che sotto le mutande Do che lei portava rosa Sol7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Do un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Do# Avendo Sibm delle difficoltà Re#m nel mio linguaggio Fa#m Do# le chiesi del formaggio Sol#7 Do# volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano La Ma non facevo niente Do# soltanto la guardavo Sol#7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo La che sotto le mutande Do# che lei portava rosa Sol#7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Do# un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Re Avendo Sim delle difficoltà Mim nel mio linguaggio Solm Re le chiesi del formaggio La7 Re volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Sib Ma non facevo niente Re soltanto la guardavo La7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Sib che sotto le mutande Re che lei portava rosa La7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Re un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Re# Avendo Dom delle difficoltà Fam nel mio linguaggio Sol#m Re# le chiesi del formaggio Sib7 Re# volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Si Ma non facevo niente Re# soltanto la guardavo Sib7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Si che sotto le mutande Re# che lei portava rosa Sib7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Re# un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Mi Avendo Do#m delle difficoltà Fa#m nel mio linguaggio Lam Mi le chiesi del formaggio Si7 Mi volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Do Ma non facevo niente Mi soltanto la guardavo Si7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Do che sotto le mutande Mi che lei portava rosa Si7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Mi un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Fa Avendo Rem delle difficoltà Solm nel mio linguaggio Sibm Fa le chiesi del formaggio Do7 Fa volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Reb Ma non facevo niente Fa soltanto la guardavo Do7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Reb che sotto le mutande Fa che lei portava rosa Do7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Fa un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Fa# Avendo Re#m delle difficoltà Sol#m nel mio linguaggio Sim Fa# le chiesi del formaggio Do#7 Fa# volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Re Ma non facevo niente Fa# soltanto la guardavo Do#7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Re che sotto le mutande Fa# che lei portava rosa Do#7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Fa# un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Sol Avendo Mim delle difficoltà Lam nel mio linguaggio Dom Sol le chiesi del formaggio Re7 Sol volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Re# Ma non facevo niente Sol soltanto la guardavo Re7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Re# che sotto le mutande Sol che lei portava rosa Re7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Sol un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Sol# Avendo Fam delle difficoltà Sibm nel mio linguaggio Do#m Sol# le chiesi del formaggio Re#7 Sol# volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Mi Ma non facevo niente Sol# soltanto la guardavo Re#7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Mi che sotto le mutande Sol# che lei portava rosa Re#7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Sol# un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
La Avendo Fa#m delle difficoltà Sim nel mio linguaggio Rem La le chiesi del formaggio Mi7 La volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Fa Ma non facevo niente La soltanto la guardavo Mi7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Fa che sotto le mutande La che lei portava rosa Mi7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero La un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Sib Avendo Solm delle difficoltà Dom nel mio linguaggio Mibm Sib le chiesi del formaggio Fa7 Sib volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Solb Ma non facevo niente Sib soltanto la guardavo Fa7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Solb che sotto le mutande Sib che lei portava rosa Fa7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Sib un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Si Avendo Sol#m delle difficoltà Do#m nel mio linguaggio Mim Si le chiesi del formaggio Fa#7 Si volendo lo stracchino Lei mi guardò dall’alto di una scala mi gettò un pacco in mano e mi chiamò villano Sol Ma non facevo niente Si soltanto la guardavo Fa#7 con il mio sguardo sperso e vidi l’universo Sol che sotto le mutande Si che lei portava rosa Fa#7 coloro che aborrisco io ve lo garantisco che vidi per davvero Si un pezzo del mio cielo Sono vent’anni che tutte le sere io vado dal droghiere e mangio lo stracchino lo faccio solamente per vedere lei sopra quella scala ed io sempre più in basso lo sguardo sempre perso nel mio universo Passi avanti ne ho fatti non mi chiama villano e tiene lo stracchino Dio mio quanto la amo sull’ultimo scalino Il mio cielo frattanto si è ormai un poco avvizzito ma ancora non dispero lo dico per davvero
Fonte

Pietrangeli Paolo, Karlmarxstrasse, Edizioni del gallo, Milano, 1974

Scheda del canto
Autori testo
Anno
Lingua
Tags
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!