Lenin e Stalin

Quasi un ventennio è passato Da quando sorge quaggiù Un genio atteso e adorato Come un novello Gesù Ed ogni oppresso cantava Non lagrimando già più Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Della gran città del Sole Che vagheggiava ogni cuore Tu realizzasti quaggiù Lenin il più grand'uomo del mondo sei tu E come il Sole il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Stalin mai più
Dom Sol7 Quasi un ventennio è passato Dom Da quando sorge quaggiù Sol7 Un genio atteso e adorato Dom Come un novello Gesù Sol7 Dom Ed ogni oppresso cantava Sol7 Re7 Sol Non lagrimando già più Do Sol7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Do Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Sol7 Della gran città del Sole Dom Che vagheggiava ogni cuore Re7 Sol Tu realizzasti quaggiù Fa Sol Lenin il più grand'uomo Do del mondo sei tu Fa Do E come il Sole Sol7 Do il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Fam Do Sol7Do Stalin mai più
Do#m Sol#7 Quasi un ventennio è passato Do#m Da quando sorge quaggiù Sol#7 Un genio atteso e adorato Do#m Come un novello Gesù Sol#7 Do#m Ed ogni oppresso cantava Sol#7 Re#7 Sol# Non lagrimando già più Do# Sol#7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Do# Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Sol#7 Della gran città del Sole Do#m Che vagheggiava ogni cuore Re#7 Sol# Tu realizzasti quaggiù Fa# Sol# Lenin il più grand'uomo Do# del mondo sei tu Fa# Do# E come il Sole Sol#7 Do# il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Fa#m Do# Sol#7Do# Stalin mai più
Rem La7 Quasi un ventennio è passato Rem Da quando sorge quaggiù La7 Un genio atteso e adorato Rem Come un novello Gesù La7 Rem Ed ogni oppresso cantava La7 Mi7 La Non lagrimando già più Re La7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Re Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo La7 Della gran città del Sole Rem Che vagheggiava ogni cuore Mi7 La Tu realizzasti quaggiù Sol La Lenin il più grand'uomo Re del mondo sei tu Sol Re E come il Sole La7 Re il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Solm Re La7 Re Stalin mai più
Re#m Sib7 Quasi un ventennio è passato Re#m Da quando sorge quaggiù Sib7 Un genio atteso e adorato Re#m Come un novello Gesù Sib7 Re#m Ed ogni oppresso cantava Sib7 Fa7 Sib Non lagrimando già più Re# Sib7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Re# Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Sib7 Della gran città del Sole Re#m Che vagheggiava ogni cuore Fa7 Sib Tu realizzasti quaggiù Sol# Sib Lenin il più grand'uomo Re# del mondo sei tu Sol# Re# E come il Sole Sib7 Re# il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Sol#m Re# Sib7Re# Stalin mai più
Mim Si7 Quasi un ventennio è passato Mim Da quando sorge quaggiù Si7 Un genio atteso e adorato Mim Come un novello Gesù Si7 Mim Ed ogni oppresso cantava Si7 Fa#7 Si Non lagrimando già più Mi Si7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Mi Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Si7 Della gran città del Sole Mim Che vagheggiava ogni cuore Fa#7 Si Tu realizzasti quaggiù La Si Lenin il più grand'uomo Mi del mondo sei tu La Mi E come il Sole Si7 Mi il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Lam Mi Si7 Mi Stalin mai più
Fam Do7 Quasi un ventennio è passato Fam Da quando sorge quaggiù Do7 Un genio atteso e adorato Fam Come un novello Gesù Do7 Fam Ed ogni oppresso cantava Do7 Sol7 Do Non lagrimando già più Fa Do7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Fa Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Do7 Della gran città del Sole Fam Che vagheggiava ogni cuore Sol7 Do Tu realizzasti quaggiù Sib Do Lenin il più grand'uomo Fa del mondo sei tu Sib Fa E come il Sole Do7 Fa il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Sibm Fa Do7 Fa Stalin mai più
Fa#m Do#7 Quasi un ventennio è passato Fa#m Da quando sorge quaggiù Do#7 Un genio atteso e adorato Fa#m Come un novello Gesù Do#7 Fa#m Ed ogni oppresso cantava Do#7 Sol#7 Do# Non lagrimando già più Fa# Do#7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Fa# Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Do#7 Della gran città del Sole Fa#m Che vagheggiava ogni cuore Sol#7 Do# Tu realizzasti quaggiù Si Do# Lenin il più grand'uomo Fa# del mondo sei tu Si Fa# E come il Sole Do#7 Fa# il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Sim Fa# Do#7Fa# Stalin mai più
Solm Re7 Quasi un ventennio è passato Solm Da quando sorge quaggiù Re7 Un genio atteso e adorato Solm Come un novello Gesù Re7 Solm Ed ogni oppresso cantava Re7 La7 Re Non lagrimando già più Sol Re7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Sol Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Re7 Della gran città del Sole Solm Che vagheggiava ogni cuore La7 Re Tu realizzasti quaggiù Do Re Lenin il più grand'uomo Sol del mondo sei tu Do Sol E come il Sole Re7 Sol il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Dom Sol Re7 Sol Stalin mai più
Sol#m Re#7 Quasi un ventennio è passato Sol#m Da quando sorge quaggiù Re#7 Un genio atteso e adorato Sol#m Come un novello Gesù Re#7 Sol#m Ed ogni oppresso cantava Re#7 Sib7 Re# Non lagrimando già più Sol# Re#7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Sol# Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Re#7 Della gran città del Sole Sol#m Che vagheggiava ogni cuore Sib7 Re# Tu realizzasti quaggiù Do# Re# Lenin il più grand'uomo Sol# del mondo sei tu Do# Sol# E come il Sole Re#7 Sol# il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Do#m Sol# Re#7Sol# Stalin mai più
Lam Mi7 Quasi un ventennio è passato Lam Da quando sorge quaggiù Mi7 Un genio atteso e adorato Lam Come un novello Gesù Mi7 Lam Ed ogni oppresso cantava Mi7 Si7 Mi Non lagrimando già più La Mi7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola La Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Mi7 Della gran città del Sole Lam Che vagheggiava ogni cuore Si7 Mi Tu realizzasti quaggiù Re Mi Lenin il più grand'uomo La del mondo sei tu Re La E come il Sole Mi7 La il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Rem La Mi7 La Stalin mai più
Sibm Fa7 Quasi un ventennio è passato Sibm Da quando sorge quaggiù Fa7 Un genio atteso e adorato Sibm Come un novello Gesù Fa7 Sibm Ed ogni oppresso cantava Fa7 Do7 Fa Non lagrimando già più Sib Fa7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Sib Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Fa7 Della gran città del Sole Sibm Che vagheggiava ogni cuore Do7 Fa Tu realizzasti quaggiù Mib Fa Lenin il più grand'uomo Sib del mondo sei tu Mib Sib E come il Sole Fa7 Sib il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Mibm Sib Fa7 Sib Stalin mai più
Sim Fa#7 Quasi un ventennio è passato Sim Da quando sorge quaggiù Fa#7 Un genio atteso e adorato Sim Come un novello Gesù Fa#7 Sim Ed ogni oppresso cantava Fa#7 Do#7 Fa# Non lagrimando già più Si Fa#7 Lenin la tua dottrina si diffonde e vola Si Lenin la tua parola è quella che consola Il dolce sogno santo Fa#7 Della gran città del Sole Sim Che vagheggiava ogni cuore Do#7 Fa# Tu realizzasti quaggiù Mi Fa# Lenin il più grand'uomo Si del mondo sei tu Mi Si E come il Sole Fa#7 Si il tuo ideale non si spegne mai più Piomba la belva fascista Sopra ogni gran civiltà L'umanità socialista Or si accingeva a sbranar Ma un uomo tutto d'acciaio Ad aspettarlo era là Stalin di Stalingrado la leggenda vola Stalin fermava il mostro la tua forza sola Gloria sia a te in eterno Senza la tua grande vittoria Ritorna indietro la storia Di due millenni o anche più Stalin il degno erede del gran Lenin sei tu Due vostri pari sopra la terra non verranno mai più Mim Si Fa#7Si Stalin mai più
Fonte

Spartacus Picenus, Canti comunisti, Milano, Edizioni del Calendario del Popolo, 1967

Scheda del canto
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!