Inno dei perseguitati antifascisti

Noi siamo degli antifascisti l'invitta, indomabile schiera. Soffrimmo tormenti e galera perchè adoriamo la Libertà! Difendiam la Libertà! Difendiam la Libertà! Di mille legioni di martiri che il boia fascisti ha abbattuti noi siamo i sopravvissuti e noi adoriamo la libertà! Difendiam... Dovunque ogni zolla di terra nasconde negletta la fossa che accolse le lacrime e l'ossa di chi adorava la Libertà Difendiam... Sia sempre bollato d'infamia l'infame e crudele fascismo! A morte ogni nuovo schiavismo e noi adoriamo la Libertà! Difendiam... Salvaron l'onore d'Italia i nostri compagni caduti. A morte i vigliacchi e i venduti che hanno tradito la Libertà! Difendiam... Gridiamo alle penne vendute, gridiamo ad ogni carogna: "Il fosco passato non torna! Noi difendiam la Libertà!" Difendiam... Non vale pugnale e mitraglia, non valgon manette e tormenti! Finchè noi saremo viventi difenderemo la Libertà! Difendiam...
Informazioni
Sull'aria dell'"Inno a Oberdan".
Fonte
Spartacus Picenus, Canti comunisti, Milano, Edizioni del Calendario del Popolo, 1967
Scheda del canto
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!