Elegia per una ragazza rossa

Elegia per una ragazza rossa

Anno
il-contemporaneo.jpg
È nata in un villaggio dove i treni dai binari macchiano di fumo il rosa delle nuvole e l’arancia è una lucerna in cui l’ape colossale galoppa nell’aria con passione per riporre in una cassetta biondi misteri di cristallo. La sua infanzia è stata un lungo inverno i quaderni da scolara, le ferite ai piedi fame da cancellare, sempre più lontana da casa senza un ramo da bruciare senza luce da difendere, ma una piaga da rimarginare. Così è cresciuta la compagna aspra fiamma combattiva sempre picchiata e offesa da raffiche di cera, la compagna. L’ha inghiottita la grande città con i panni da lavare, con la grigia necessità. Ha servito alla tavola del fannullone ha cucito per un secolo un vestito blu conservando il tempo per sognare giù in fondo al baule. Vide la compagna c’era un mondo da cambiare combatter si doveva in cerca della primavera le sue mani ferite si unirono alla marea che distruggeva le fondamenta del vecchio mondo scontento per ripulire l’alba. Così lottò la compagna aspra fiamma combattiva sempre picchiata e offesa da raffiche di cera, la compagna. Rossa mano abbatté il muro una pietra dopo l’altra infinita come una rete fu la bandiera che sventolava la leonessa che attaccava vigile nella veglia braccio e tuono combattente finché uno sparo semplicemente coprì di ghiaccio il suo cuore. Così cadde la compagna decorata dalla sua ferita la più bella la prescelta ricoperta da bandiere, la compagna.
Fonte

Meschiari A. Canzoniere Il Contemporaneo 1967-1979 Vita e canzoni di un gruppo musicale modenese, Tassinari, Firenze, 2003

Canzoniere Il Contemporaneo, LP Canto ai Popoli, 1974 

Scheda del canto
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti

roberta il 05/28/2017 - 11:38 ha scritto:

copertina del disco Canto ai popoli

Per inserire un commento è necessario registrarsi!