Compagno partigiano

Nella russa pianura nevosa e sui gioghi dei Monti Balcani hanno scritto gli eroi partigiani l'epopea più sublime e gloriosa Con guierriglia tremenda e incessante, ai selvaggi tedeschi invasori danno eterni tormenti e terrori rievocanti l'inferno di Dante. Quelle steppe e quei gioghi montani sono tombe ai banditi hitleriani. O compagno bolscevico, o fratello partigiano, dacci sempre la tua fede e il tuo cuore sovrumano! O compagno bolscevico, o fratello partigiano, bello e battersi e morire per la santa Libertà Il gran dì della lotta è venuto, il gran dì implacabile di guerra contro quelli che l'Itala terra ai tedeschi vilmente hanno venduto. Vien l'Italia distrutta e predata dal tedesco crudele e ladrone, e il fascista gli tiene bordone perchè sia maggiormente straziata. Ma ogni oltraggio alla patria adorata abbia ancor più feroce reazione. O compagno bolscevico... Tutti all'armi ci chiami la tromba contro il vil traditore fascista e il feroce brigante nazista: sia l'Italia d'entrambi la tomba! La guerriglia divampi spietata contro quei vigliacchi assassini. Pure i vecchi le donne e i bambini prendan parte alla santa crociata. Allo slavo leon partigiano sarà pari il leone italiano. O compagno bolscevico...
Informazioni
Sull'aria di "Camerata Richard".
Fonte
Spartacus Picenus, Canti comunisti, Milano, Edizioni del Calendario del Popolo, 1967
Scheda del canto
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!