Bolscevismo

Dalla terra insanguinata partì il grido di dolore della plebe massacrata dal suo turpe sfruttatore. Ma del popolo gemente finì l'era del terrore: una fiamma rifulgente dalla Russia sfolgorò! Bolscevismo! Bolscevismo! Tu sei il vero socialismo! Bolscevismo! Bolscevismo! Tu ci dai la libertà! Il Gran faro dell'Oriente splende sempre più grande ed irradia l'Occidente la sua luce folgorante. Sorgeranno i proletari a schiacciare l'oppressore: comunisti e libertari si preparano a pugnar! Bolscevismo... La calunnia velenosa, Bolscevismo, non ti oscura. La tua luce portentosa splenderà sempre più pura. La tua fiamma accende il cuore dagli schiavi incatenati che dal Polo all'Equatore tutti gridano così: Bolscevismo...
Informazioni
Sull'aria di "Giovinezza", allora l'aria "Giovinezza" non era ancora stata adottata dal fascismo.
Fonte
Spartacus Picenus, Canti comunisti, Milano, Edizioni del Calendario del Popolo, 1967
Scheda del canto
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!