Ballata per Franco Serantini

Ballata per Franco Serantini

Anno
ivan della mea.jpg
Autori testo
La storia cantata: Morte in carcere di Franco Serantini (7 Maggio 1972)
Di nome avevi Franco, cognome Serantini; i nazi-celerini ti han fatto morir. Ti hanno preso in piazza, gridavi "No al fascismo!", ma un figlio di nessuno questo non lo può gridar. Avevi solo vent'anni, vivevi l'anarchia, ti han coperto d'odio, di botte e sangue. Sì! Chiuso nella tua cella, cercavi invano aiuto, ma a un figlio di nessuno l'aiuto non si da! Così, la tua vita te l'han strappata via. Ridi, Democrazia fascista e non Cristiana. E tu, Scudo Crociato, bestemmi anche al Cristo: sei scudo del fascismo di ieri e oggi, ancor. Contro questo fascismo che ha il segno della morte, Franco, la tua sorte ci chiede l'unità! Una unità di classe, sopra gruppi e partiti, una unità in coscienza di nuova resistenza. "Tenetemi nel cuore!" ci grida Serantini, "Tenete questo amore, è amore per lottar. Tenetemi nel cuore, compagni e cristiani! Tornate, partigiani, ed io non morirò!"
Informazioni

La canzone è eseguita sull'aria di "Canto per la morte di Felice Cavallotti", nota anche col titolo di "Povero Cavallotti". Da sottolineare l'ottava stanza "Una unità di classe\ sopra gruppi e partiti,\una unità in coscienza\ di nuova resistenza!", per il significato e il peso che questi versi potrbbero avere in un momento come quello attuale, in cui il popolo sembra afflitto da una malafede enorme nei confronti dei partiti e da un disfattismo insormontabile nei riguardi della politica. Forse, servirebbe ancora un Ivan che, passando per le radio dei poveri lavoratori italiani, uccisi dalla borghesia come Serantini dai fascisti, sbraitasse ancora di simili parole! (Salvo Lo Galbo)

Fonte

AA. VV., Canzoniere della protesta 5 - Ivan Della Mea, Milano, Edizioni Bella Ciao, 1976

Scheda del canto
Autori testo
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!