Ballata per Carola

Ballata per Carola

Anno

Ti possono interessare anche..

Giù a sud in mare aperto C’è una nave ch’è in balia Di democrazie assassine Conta i giorni e pur le or Capitana è mia sorella L’hai chiamata sbruffoncella Tu che insulti dalla terra Chi per mare porge il cuor Oh leoni da tastiera Laverete la coscienza Sulle rive dell’Italia Già macchiate d’ogni orror E noi qui dall’entroterra Vedrem finita la guerra E il galeon toccare terra Affondiamo l’oppressor L’ideal che ci pervade Non l’ammazza quest’infame Siam con Carola Rackete Su ogni nave e ad ogni or Ciribiribì c’è un uomo in mare Ciribiribì è là che muore Difendiamol da chi attenta noi vogliam la libertà Lalala lala lalala Lalala lala lalala Lalala lala lalala Lalala lala lalala
Informazioni

Ballata dedicata a Carola Rackete, capitano della Sea Watch che il 26 giugno 2019 ha violato il divieto di entrare nel porto di Lampedusa per portare in salvo 42 migranti, salvati in mare 17 giorni prima.
Scritta da Alessandro Fanari e Mauro Tetti sull'aria del canto popolare "Marcellina".

Fonte

Il canto è stato inviato dagli autori del canto

Scheda del canto
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!