11 marzo 1977 - Canzone per Francesco

11 marzo 1977 - Canzone per Francesco

Anno
La storia cantata: La morte di Francesco Lorusso (11 Marzo 1977)
Ricordate quel giorno a Bologna Era tempo di occupazioni Istituto di Anatomia Caricò a freddo la polizia Altra gente frattanto arrivava Si sentiva già un’aria cattiva Pugni in tasca e pugni levati Contro i mitra e i fucili spianati. No, non erano sguardi piegati Dava forza la forza dei sogni Quella storia non si è mai interrotta: Continuiamo compagni la lotta. Chi sparava e faceva la guerra Chi, perché disarmato, scappava Una voce tremenda passava Un compagno è rimasto per terra Piazza Verdi sconvolta piangeva. È Francesco qualcuno diceva Ammazzato in un portico scuro Buchi freschi di piombo nel muro No, non erano sguardi piegati Dava forza la forza dei sogni Quella storia non si è mai interrotta: Continuiamo compagni la lotta. Oggi i tempi non sono migliori Operai come schiavi costretti Immigrati rinchiusi nei ghetti Corpi finti nei televisori Se davanti a quel muro passate A quell’11 marzo pensate! E se assurda vi par quella morte A qualcuno chiedete il perché Stalingrado ritorna nel canto La città ha resistito all’assedio Oggi vive Francesco nei cuori Un abbraccio di mille colori. Ma gli sguardi non sono invecchiati Ci dà forza la forza dei sogni Quella storia non si è mai interrotta Continuiamo compagni la lotta No, gli sguardi non sono invecchiati Ci dà forza la forza dei sogni Quella storia non si è mai interrotta Continuiamo compagni la lotta Continuiamo compagni la lotta
Informazioni

"Testo di una canzone che abbiamo suonato per la prima volta al Vag61, un centro sociale di Bologna, lo scorso 11 marzo (2011). Quel giorno ricorrevano 34 anni da quando nel 1977 nella nostra città fu ucciso uno studente, Francesco Lorusso. In tutti questi anni non era mai capitato che qualcuno ricordasse quei fatti con una canzone. E allora ci siamo messi e l'abbiamo scritta." (Carlo Loiodice)

Fonte
Carlo Loiodice
Scheda del canto
Anno
Lingua
Inserito da
ilDeposito

Disclaimer

I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
Commenti
Per inserire un commento è necessario registrarsi!