Il suicidio di Ciriaco Saldutto

Il suicidio di Ciriaco Saldutto

Ciriaco Saldutto era figlio di una famiglia pugliese immigrata a Torino, il padre era muratore. Nel 1972, quindicenne e ancora alle scuole medie, si impiccò per una bocciatura. Una delle insegnanti disse di lui: “Mi sembrava di avere davanti un oggetto, una pianta... non so dire se fosse intelligente”.