titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Uccidi e capirai [L'uomo che sa]

La mia vita ce l'ha chi ha il potere per sé, chi le armi prepara, chi educa me. Chi mi insegna a lottare per la mia libertà e alla gente si spaccia per l'uomo che sa. "Tu sei giovane" ha detto "e sapere non puoi. Abbandona i tuoi giochi e vieni con noi. Sulla nuova frontiera c'è un nemico mortal che i più sacri valori potrebbe annientar". Mi dà in mano un fucile ma non viene con me. Io mi trovo tra i morti e mi chiedo il perchè. Sono giovani morti che la guerra stroncò. Son nel fango sepolti e tacere non so. Son sepolti nel sangue e all'uomo che sa io domando "A che serve tanta gente ammazzar?" Mi risponde, paterno "ubbidisci, non sai, tu sei giovane, uccidi e così capirai!" Mentre urlan le bombe io più forte urlerò. Non so niente di niente, ma una cosa la so. Son sicuro che Cristo perdonar non potrà i tuoi sporschi profitti sull'umanità. E una cosa ti dico, col denaro che hai, il perdono da Dio comperar non potrai. Non potrai ripagare tutto il sangue che tu ci hai costretti a versare nel fango quaggiù. Quando tu sarai morto a cercarti verrò, scoprirò la tua bara e ti maledirò. Resterò ad aspettare finchè sceso sarà un gran mucchio di terra sull'uomo che sa. Quando tu sarai morto a cercarti verrò, scoprirò la tua bara e ti maledirò. Resterò ad aspettare finchè sceso sará un gran mucchio di terra sull'uomo che sa.

Informazioni

Musica e testo originale: Bob Dylan 

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Rudi Assuntino
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30