titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Stato sociale

Autore testo:  Germano Bonaveri
Anno: 
2007

Vorresti scrivere una canzone che andasse dritta contro qualcosa perche' resistere e' rivoluzione, perche' per vivere serve una scusa. Una sentenza da pronunciare senza l'opzione della pieta', con gli argomenti per dimostrare che tieni in tasca la verita'. Ed inventarsi un nuovo ideale, uno di quelli per cui valga la pena: uno per quelli finiti male, uno per quelli usciti di scena. E senza troppo parafrasare dare uno schiaffo alla banalità, che si capisca ciò che hai da dire e se ne apprezzi la profondità... Sponsorizzati dalle televisioni, per pilotare certe verita’ sono i padroni dell’informazione, gli illusionisti della realta’. Non c’e’ piu’ etica ne’ morale Dietro alle trame di una societa’ In cui il potere, per restare tale, gioca la carta dell’immunita’ Dove i delitti contro il capitale sono reati contro l’umanita’, e ce lo chiamano stato sociale la negazione di ogni dignita’. ed inventarsi un nuovo ideale, uno di quelli per cui valga la pena: uno per quelli finiti male, uno per quelli usciti di scena. E senza troppo parafrasare dare uno schiaffo alla banalita' perche' stupisca cio' che hai da dire e se ne apprezzi la profondita'... Attraversando nuove stagioni muta quel senso di maturita', cambian le idee e le motivazioni restano il dubbio e la volonta'... Il dubbio sordo di non capire qual'e' il valore vero della vita la volonta' di non scomparire prima di averla davvero capita... e c'e' bisogno di un nuovo ideale, uno di quelli per cui valga la pena: uno per quelli finiti male, uno per quelli usciti di scena. E senza troppo parafrasare dare uno schiaffo alla banalita' perche' stupisca cio' che hai da dire e se ne apprezzi la profondita'... ma non ci serve un nuovo ideale, uno di quelli per cui valga la pena: serve indignarsi per il carnevale di vecchie facce mai uscite di scena. E che si mostri la fedina penale Degli intoccabili della citta’, che si conosca il loro vero nome nell’interesse della legalita’.

Informazioni

Inviata da Patrizia Muzzi
patrizia.muzzi@parolemusica.com

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Germano Bonaveri
Anno: 
2007
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30