titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Foglie tremule

Foglie portate dal vento che incominciate a cader nei cuori un po' di sgomento voi ci infondete davver Pensar ci fate all'inverno che triste e duro sarà e dure come all'inferno saran le pene di noi partigian Foglie tremule restate su se cadete, ahimé, voi triste è la gioventù Sole e luce ci voglion qua Ma se la nebbia ci copre noi mesti pensiamo alle nostre città Autunno diccelo ancora che presto noi scenderem verso la nostra dimora e i bruti noi scaccerem Pensar ci fate all'inverno che triste e duro sarà se in Alemania i tedeschi non van scacciati da noi partigian Foglie tremule restate su se cadete, ahimé, \ voi triste è la gioventù Per stroncare quelle viltà che quei tedeschi e fascisti da vili egoisti consumano là

Informazioni

Raccolta dalla voce di Tullio Cammellini, operaio genovese, antifascista, cantastorie, famoso perché girava per i carugi con i volantini contro l'occupazione nascosti dentro la chitarra.

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  antifascisti
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30