titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Via da noi, tedesco infido

Via da noi, tedesco infido, non più patti, non più accordi Guerra! Guerra! Ogni altro grido suona infamia e servitù Su que' rei di sangue lordi il furor si fa virtù Ogni spada divien santa che ne'barbari si pianta: è d'Italia indegno figlio chi all'acciar non dà di piglio e un nemico non atterra... Guerra! Guerra! Guerra! Guerra!

Informazioni

Riportata da Pietro Martini "Diario livornese" ed. 1961, p.246, che ne dice "un drappello di popolani entrò collo schioppo in spalla cantando a coro". L'autore visse tutta la fase repubblicano-rivoluzionaria livornese della primavera 1849, fino alla difesa del 10-12 maggio, all'ingresso degli Austroungarici in città ed alle stragi successive. Non si sa su che aria fu cantata.

Indicazioni bibliografiche

Pardo Fornaciari

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Anno: 
2013
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31