titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

La crociata

Ho letto sui giornali che certi Cardinali sono dell'opinione di spingere cattolici e cristiani contro la distensione Per rendere più ardente la fede della gente che s'è un po' raffreddata, son persuasi che, in fondo, non c'è niente meglio d'una Crociata. Per dar nuovi elementi ai ranghi insufficienti dei martiri ed eroi, voglion formarne nuovi contingenti reclutati tra noi. Giudicano avvilente celebrar solamente sponsali e Comunioni, e voglion celebrare nuovamente un po' d'Estreme Unzioni. Si dichiarano ostili a che scuole ed asili vengano benedetti; voglion tornare a benedir fucili, cannoni e gagliardetti. Se in Francia i generali e gli ultras coloniali fanno il colpo di Stato, da noi lo voglion fare i Cardinali e l'alto Episcopato, che non hanno paura di far brutta figura, messi a lor paragone: han già seguito un corso di tortura sotto l'Inquisizione.

Indicazioni bibliografiche

Jona Emilio, Straniero Michele L., Cantacronache - Un'avventura politico-musicale degli anni cinquanta, Torino, Crel, 1996

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
You must have Javascript enabled to use this form.

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30