titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Canzone dei fiori e del silenzio

Ci dicono cantate dei boschi e dei fiori degli amori felici della gente lietamente con filo di ferro le palpebre cucite e di sorda ovatta le orecchie riempite. E se la ruota gira lasciatela girare se l’uomo s’addormenta lasciatelo dormire se la terra scompare lasciatela scomparire e se qualcuno muore lasciatelo morire. Ci dicono cantate svenevoli e amorosi, siate i ritmici giullari dell’era industriale siate mercanti di piccola illusione e di cieli dorati ma soprattutto gonfiate le bolle di sapone. E se la ruota gira... Ci dicono tacete perché il silenzio è d’oro su miseria e lavoro tacete della vita se ha giorni grigi e duri tacete degli amori se sono tristi e oscuri tacete anche dei fiori. Ma se la ruota gira non lasciamola girare se l’uomo s’addormenta non lasciamolo dormire se la terra scompare facciamola riapparire e se qualcuno muore non lasciamolo morire.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Indicazioni bibliografiche

Jona Emilio, Straniero Michele L., Cantacronache - Un'avventura politico-musicale degli anni cinquanta, Torino, Crel, 1996

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore musica: 
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).
You must have Javascript enabled to use this form.

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30