titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Where have all the flowers gone

  • Pete Seeger
Autore testo:  Pete Seeger
Anno: 
1956

Where have all the flowers gone, long time passing? Where have all the flowers gone, long time ago? Where have all the flowers gone? Gone to young girls, every one! When will they ever learn, when will they ever learn? Where have all the young girls gone, long time passing? Where have all the young girls gone, long time ago? Where have all the young girls gone? Gone to young men, every one! When will they ever learn, when will they ever learn? Where have all the young men gone, long time passing? Where have all the young men gone, long time ago? Where have all the young men gone? Gone to soldiers, every one! When will they ever learn, when will they ever learn? And where have all the soldiers gone, long time passing? Where have all the soldiers gone, long time ago? Where have all the soldiers gone? Gone to graveyards, every one! When will they ever learn, when will they ever learn? And where have all the graveyards gone, long time passing? Where have all the graveyards gone, long time ago? Where have all the graveyards gone? Gone to flowers, every one! When will they ever learn, oh when will they ever learn? Where have all the flowers gone? Long time passing. Where have all the flowers gone? Long time ago. Where have all the flowers gone? Young girls picked them, every one. Oh, when will they ever learn? Oh, when will they ever learn?

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Per il presente canto sono disponibili le seguenti traduzioni:

Informazioni

Secondo la sua stessa ammissione, Seeger si ispirò ad un brano del Placido Don dello scrittore russo Michajil Solochov, dove si riportavano tre versi di una canzone popolare ucraina il cui testo Seegar cercò infruttuosamente per anni. La musica, sempre come raccontato da Seeger, è ripresa da una canzone popolare americana.La versione più nota è probabilmente quella cantata da Joan Baez. La versione tedesca di Max Colpet (risalente al 1962) è celebre almeno quanto l'originale, se non addirittura maggiormente. Fu interpretata e resa nota da Marlene Dietrich.

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Pete Seeger
Anno: 
1956
Lingua:  inglese
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30