titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Stabat mater dolorosa

Stabat mater dolorosa apri gli occhi tuoi cisposi stanchi di vedere i figli curvi senza mai sorriso con le mani rossi artigli trascinare vita e pesi Stabat mater dolorosa piange sull’esangue giglio sulla carne triturata che fu ieri vivo figlio ed usato da bersaglio da invisibile macigno Stabat mater dolorosa su un cadavere piccino piaghe e pustole suo figlio per mancanza di un vaccino distruttore del morbillo come fosse il suo destino Stabat mater dolorosa il diluvio un’ecatombe scava ancora braccio stanco strappa il figlio dalla fossa nella bocca solo fango acqua e lampi come bombe Stabat mater dolorosa non sa più che cosa fare ventre morto morto cuore più non vuole generare carne amata con dolore infinito come il mare Stabat mater dolorosa stilla sangue grida prega stabat mater dolorosa non sa neanche a chi è rivolta stabat mater dolorosa non sa se qualcuno ascolta.

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore musica: 
Anno: 
2000
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31