titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Sotto questo dolore

  • Andrea Sigona
Autore testo:  Andrea Sigona
Anno: 
2008

C’è una voce che chiama lontano Da una parte a quell’altra del mondo Mentre la pioggia cade ancora più forte C’è un dolore che cresce da solo In una sera di nebbia in pianura In una notte non magica e bella Perché il cielo sputò lacrime e fango? Non la vide l’innocenza alla guerra? E c’è chi aveva anche solo sei anni E a sei anni non corri veloce Perché gli spari di quegli ufficiali Non erano un gioco ma della voce il dolore Tra le sette e le nove di sera Scuro un uomo che venne alla porta Raccogliesti di tua madre i capelli Per “la foto” di quell’ultima volta Otto spari otto colpi di mitra Un po’ in cielo un po’ verso la luna Otto lampi e di colpo la vita Se ne va come un soffio di schiuma Ora in silenzio e senza parlare Solo il sangue che scorre dal cuore Se ne andranno… e se andrà questa notte E se ne andrà via anche questo dolore Ti trovarono ferita ma viva Partigiana tra la nebbia e l’aurora Niente lacrime solo vento e paura Clara che da oggi non resterai più da sola

Informazioni

La canzone è dedicata a Clara Cecchini, miracolosamente sopravvissuta ad un eccidio nazista nel 1944 a Valla. Di Clara Cecchini ha parlato anche Alcide Cervi nel libro "I miei 7 figli". (andreasigona@hotmail.it)

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Andrea Sigona
Anno: 
2008
Tags:  antifascisti
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31