titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Sono libero

Ormai son già due mesi che son fuori e ancor non mi ci sono abituato son libero di andare dove voglio son libero di chiedere un lavoro di cercarmi una casa e una donna di rimanere fuori fino a tardi son libero di alzarmi a mezzogiorno di leggere un giornale oppure un altro se mi gira d'iscrivermi a un partito di sceglier sulla lista quel che mangio di mettermi un vestito a quadrettini o di girare in zoccoli o blue jeans libero di cercare e non trovare lavoro casa donna e tutto il resto libero di star fuori fino a tardi perché non trovo un posto per dormire libero col vestito a quadrettini regalo d'un compagno di buon cuore libero di saltare pasto e cena o di farmi prestare dei quattrini son libero di odiare tutto il mondo fatto di gente onesta e di coscienza che passa il tempo a far beneficenza sapendo come l'unico sistema per impedirmi di tornare al mondo sia costringermi a far della mia vita un'immensa cambiale da pagare sapendo che non potrò mai pagarla son libero di odiare tutto il mondo fatto di gente onesta e di coscienza.

Informazioni

Per ascoltare questa canzone: 

http://www.giannisiviero.it/canzonidelc.htm 

Indicazioni bibliografiche

Siviero Gianni  LP  Dal carcere, Divergo  DVAE 003, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Gianni Siviero
Anno: 
1975
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30