titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Quaranta ghei d'inverno

Quaranta ghei d'inverno, cinquanta d'està; se ghe ie dassen, sti pover paisan, nanca farìen una pell de pan. O donn, o donn, andémm, andémm, andémm in piazza a fà burdell! An piantà in pé sta rivulusiun tutt in grasia di nòster padrun. La rivulusiun l'àn piantà per fà calà i fitt de cà e pu pendissi de pagà; ma el padrun el diz inscì, che i paisan i-a de fà murì; l'a de fà murì, l'a de fà crepà ma la rivulusiun la se dev fà: tuta la mubilia che gh'è in Milan l'è tuta roba di pòer paisan; i pòer paisan intanta in là a spettà la letera dell'America che la dev rivà.

Per il presente canto sono disponibili le seguenti traduzioni:

Informazioni


Indicazioni bibliografiche

Vettori Giuseppe, Canzoni italiane di protesta 1794 - 1974, Roma, Newton Compton, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Lingua:  lombardo
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30