titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Passa la ronda

Passa la ronda del partigiano l'eco risponde con bombe a mano. Nella notte nera nera urla il vento e la bufera... urla il vento e la bufera. Va' piano piano, o partigiano, scendi a valle con precauzione, scendi a valle dal burrone ché i fascisti sono ad aspettar. Andiam partigian siam partigiani un sorriso un sol pensiero. Prendi la mia borraccia bevi nel mio bicchiere se voi volete bere se voi volete bere. Prendi la mia borraccia bevi nel mio bicchiere se voi volete bere dovete voi morir. Morir soffrir dovete voi fascisti questa è l'ultima vostra ora dalle man del partigian è difficile scappar. Dalle man del partigian è difficile scappar.

Indicazioni bibliografiche

Savona A. Virgilio, Straniero Michele L., Canti della Resistenza italiana, Milano, Rizzoli, 1985

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  antifascisti
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30