titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Omicidi bianchi

Autore testo:  Marco Chiavistrelli
Anno: 
2002

Onora la tenebra, perchè il sole ha già parlato e gli umani hanno pianto ed espiato ogni peccato, ma l'ingiustizia e l'inganno resteranno lì per sempre in quelle bare allineate, in quei morti innocenti, senza poter capire cos'è che ha tolto vita, vita certo un pò ingannevole ad un tratto già finita ed infine il vuoto eterno e la pazzia di scomparire, perchè non si può fermare, perchè non si può fermare l'interesse è troppo forte, l'interesse troppo grande, ciò che muove le montagne, il profitto e l'arroganza, o chi controlla da una [stanza, e magari si è un pò esposto, e non può tornare indietro, o il castello franerebbe, e un pò ovunque si saprebbe, che lui ha programmato male, o ha voluto un pò strafare per vantarsi od apparire, e è lì per tutti il mondo ostile, come un omicidio bianco, un veleno od uno schianto, un frammento od un totale, un leggero od un pesante, omicidio, senza male.

Indicazioni bibliografiche

Pardo Fornaciari

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Marco Chiavistrelli
Anno: 
2002
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30