Mie care pute

Mie care pute, d'acordo tute, no steve maridar! Parché sti tosi, sti peociosi, ve manda a lavorar! E lavorando e sfadigando cossa vegnì a ciapar? bote da orbi bote da orbi e in leto sensa magnar!

Do Mie care pute, d'acordo tute Sol7 no steve maridar Perché sti tosi sti peociosi Do ve manda a lavorar E lavorando e sfadigando cossa vegnì a ciapar? bote da orbi bote da orbi e in leto sensa magnar!

Per il presente canto sono disponibili le seguenti traduzioni:

Informazioni

Una vecchissima canzoncina in veneziano, dalla musica molto semplice, che canta mia nonna (classe 1925). L'invito al rifiuto del matrimonio ed il riferimento al lavoro mi paiono dare un certo tono femminista ante litteram al testo. Non dispongo però di informazioni precise (Simone S. Venezia).

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  femminili
Lingua:  veneto
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale ( maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
 
 
12
 
13
 
14
 
15
 
 
 
 
19
 
 
21
 
22
 
 
24
 
 
26
 
 
28
 
29
 
30