titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Mia dolce signora

Offri di sbieco la tua immagine calda e camuffata Merce speciale per il frustrato di turno I capezzoli da morsicare La gambe da piegare Poco per penetrare nel pelo ricciuto Hanno voluto il tuo corpo carne da macello Per salvare la famiglia hai accarezzato Maschi voraci dalla lingua secca come il loro cervello. Mia dolce signora... Ormai sai tutto: l'indigenza come ricatto la passione come pretesto il tuo sesso come negazione di una vita di sole! Dall'altra faccia dell'amore giochi la tua esistenza sul doppio senso della morale Grida con la tua voce che la notte è finita La polizia nasconda le mani I padroni versino sangue I maschi vomitino il potere dell'uccello Mia dolce signora...

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Indicazioni bibliografiche

Laterza A. LP Alle sorelle ritrovate, Cramps, CRSLPn5201/1, 1975
Bacchetti M.(a cura), Nella donna c'era un sogno... canzoniere femminista, Moizzi Editore, Milano 1976

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Antonietta Laterza
Anno: 
1975
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30