titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Mi voria saver

Mi voria saver perché 'st'aria xe ciara e 'sta zente sbasia che speta el siroco; 'sto mar grosso che va soto un cielo de piombo e che porta lontan un sol povaro e stanco. 'Sta zente va, no varda el tempo ciapa do strasse che impegnisse un burcio la sbarca più in là, dove l'aria xe scura ma l'aqua no riva, la se sente sicura. Sicura de no morir co i ossi bagnai ma neri de un fumo che no se ferma mai de un carbon duro e nero come una tomba ti piansi la to tera, casa nova no basta. Ti rimpiansi do muri in sima a un canal e ti serchi la speranza de tornarghe doman. Ma te spaca i polmoni 'st'aria nera de piera e te par che no riva mai 'sta primavera. Anca la piova de geri te par benedeta ti seri i balconi, ti te slavi da la spussa ti cori in terassa a ciamar su i fioi co parla Marghera tase i disperai. Ti tasi ogni giorno e ti pensi che mai ti dovevi lassar el to campo e la to casa. Morir forse negai no xe la nostra condana, ma senza respirar, o brusai de 'na fiama. Po ti conti che in fondo sento e trenta xe tanto sento e trenta mila al mese paga tute le spese. Viver poco te basta cassar fora la miseria se no basta se spera de poderse salvar. E ti te senti mal serà tra do foghi co l'aqua che cresse e col fumo che tira tornar no se pol, restar no se vive, crepar xe la sorte che el paron ne destina. Tornar no se pol, restar no se vive, crepar xe la sorte ch'el paron ne destina. Tornar no se pol, restar no se vive, crepar xe la sorte ch'el paron ne destina.

Informazioni

L'esodo di molti veneziani dai problemi delle alluvioni in città si è diretto negli anni del "boom" verso Marghera, nei nuovi insediamenti sorti vicino al polo industriale. Ma l'inquinamento di quei luoghi e la lontananza dalla città natìa ne hanno fatto una generazione di malinconici.

Indicazioni bibliografiche

Bertelli Gualtiero, Mi voria saver, Edizioni del gallo, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Gualtiero Bertelli
Anno: 
1975
Lingua:  veneto
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31