titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Maremma amara

Tutti mi dicon Maremma, Maremma, ma a me mi pare una Maremma amara. L'uccelo che ci va perde la penna, io c'ho perduto una persona cara. Sia maledetta Maremma Maremma, sia maledetta Maremma e chi l'ama. Sempre mi trema il cor quando ci vai perchè ho paura che non torni mai.

La Re Tutti mi dicon Maremma, Maremma, La Mi La ma a me mi pare una Maremma amara. La Re L'uccelo che ci va perde la penna, La La io c'ho perduto una persona cara.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Informazioni

Canto di transumanza di origine anrica, testimonia il fenomeno della migrazione interna stagionale. Si riferisce ai pastori dell'Italia centrale che si recavano a svernare in Maremma, zona malsana, paludosa e infestata dalla malaria. (Vettori).

Indicazioni bibliografiche

Vettori Giuseppe, Canzoni italiane di protesta 1794 - 1974, Roma, Newton Compton, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31