titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Lamento del prigioniero

l'8 settembre fu un giorno decisivo che con gli amici si divento' nemici e a pane e acqua, fra gli spini piu' spinosi. questo e' il destino di noi prigionier milena bimba bionda, tu non sei del mio paese tu mi guardi e mi sorridi e sei cortese se d'amor parlarti non so gli occhi belli cerchiati di blu mi hanno detto che mi ami anche tu e per questo io canto cosi': milena (serse moie-cuore mio milena (juba moia-amore mio (la catena che stringe il mio cuore) sono un passero senza allegria ho per vita una lunga prigione tu che godi la libera via fa che almeno non pesi di piu' milena (serse moie-cuore mio milena (juba moia-amore mio

Informazioni

"Testo trovato su dei fogli scritti a mano da mio suocero (?) deceduto 27-09-2008 che era stato in campo di concentramento in distaccamenti di mauthaussen non abbiamo trovato nessun autore lui la cantava ce l'ho anche registrata ci sara' un autore?"

[Informazioni scritte da chi ha mandato la canzone, che però non ha lasciato contatti...]

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Anno: 
1944
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31