titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

La poesia di un cieco

E nella religione non c'è umanità la poesia di un cieco vi dice la verità La falsità dei preti specula sugli infelici lasciandoci loro credere che fossero degli amici Hanno beffato un cieco portandolo a passeggiare gli fecero il trucchetto per farlo confessare Ma quando questo cieco si aveva confessato nessuno andava a trovarlo nessuno lo ha pensato Il cieco gli rimase solo la delusione che l'hanno preso in giro quel pugno di buffoni Ma il cielo se ne accorse che quella setta nera non verseranno mai una lacrima sincera Solo per un istante l'hanno portato fuori ma quell'amicizia falsa durò per poche ore Basta con le chiacchere basta con i fandoni niente confessare niente comunioni Perchè solo la vista può dar consolazioni quando uno è insultato poi diventa esasperato E dice a quella gente voi fate la fine dell'Oriente e dice con la bocca andate a finire sulla forca perchè siete una setta sporca

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  anticlericali
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30