titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

La morte di Anita Garibaldi

Noi t'aspettiamo nell'alba fiorita camicia rossa, fiore di vita noi t'aspettiamo nell'alba fiorita camicia rossa, piena di vita. Per i tuoi figli sola a morire o sposo mio mi devi lasciare. Se gli occhi miei ti voglion mirare tu con un bacio li chiuderai. Sale la febbre nella laguna come l'allodola trema l'Anita. Tende allo sposo la mano sfinita, la guarda e prega con un sospir. «Per il tuo cuore questo sospiro per i miei figli questo sorriso...» Ma della morte sul tuo bel viso è già discesa l'ombra crudel. La barca nera sulla laguna porta l'Anita come una cuna. Canta nel cielo l'Ave Maria che l'accompagna nell'agonia. È morta Anita all'Ave Maria quando la rondine scende dal cielo. Il Generale la bacia e piange. Deve lasciarla. Deve salvarsi, per riportarci la libertà. E chi lo salva e dai Tedeschi, e tutta Italia la salverà, e chi lo salva e dai Tedeschi e tutta Italia la salverà.

Re Noi t'aspettiamo nell'alba fiorita La7 camicia rossa, fiore di vita noi t'aspettiamo nell'alba fiorita Re camicia rossa, piena di vita. Per i tuoi figli sola a morire o sposo mio mi devi lasciare. Se gli occhi miei ti voglion mirare tu con un bacio li chiuderai. Sale la febbre nella laguna come l'allodola trema l'Anita. Tende allo sposo la mano sfinita, la guarda e prega con un sospir. «Per il tuo cuore questo sospiro per i miei figli questo sorriso...» Ma della morte sul tuo bel viso è già discesa l'ombra crudel. La barca nera sulla laguna porta l'Anita come una cuna. Canta nel cielo l'Ave Maria che l'accompagna nell'agonia. È morta Anita all'Ave Maria quando la rondine scende dal cielo. Il Generale la bacia e piange. Deve lasciarla. Deve salvarsi, per riportarci la libertà. E chi lo salva e dai Tedeschi, e tutta Italia la salverà, e chi lo salva e dai Tedeschi e tutta Italia la salverà.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Informazioni

Canzone composta nel 1963 per lo spettacolo "Stefano Pelloni detto il Passatore", cronache popolari di massimo D'Ursi, allestito al teatro Stabile di Bologna. Giovanna Daffini eseguì poi questa canzone con il Nuovo Canzoniere Italiano. Nell'acquisizione del testo la Daffini ne modificò alcuni versi. (maria rollero)

Condividi

Strumenti

La storia cantata

Questo contenuto è legato all'evento La morte di Anita Garibaldi (4 August 1849).

Scheda del canto

Autore testo:  Massimo Dursi
Autore musica: 
Tags:  antifascisti
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31