titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

La mitraglia de'nostri cannoni

La mitraglia de'nostri cannoni le cartucce de'nostri moschetti sugli odiati codini birboni una pioggia di fuoco sarà. Barricate faremo co'petti per la patria, per la libertà

Informazioni

Riportato da Pietro Martini Diario livornese ed. 1961, p.81, che ne dice: "la folla... si diè a percorrere la città gridando ... morte a Leopoldo!... Ricordo che in quella processione venne cantata, come primizia, una strofa che diceva: La mitraglia de'nostri cannoni le cartucce de'nostri moschetti sugli odiati codini birboni una pioggia di fuoco sarà. Barricate faremo co'petti per la patria, per la libertà". L'autore visse tutta la fase repubblicano-rivoluzionaria livornese della primavera 1849, fino alla difesa del 10-12 maggio, all'ingresso degli Austroungarici in città ed alle stragi successive.Non è chiaro su che aria venisse cantata.

Indicazioni bibliografiche

Pardo Fornaciari

Condividi

Strumenti

La storia cantata

Questo contenuto è legato all'evento La difesa di Livorno dall'assedio Austriaco (10 May 1849).

Scheda del canto

Anno: 
2013
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31