titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Inno dei partigiani casentinesi

Dalle valli e dai monti lontani un canto si sente avvicinar é l’inno di tutti i partigiani che sanno morire e pur cantar O gioventù d’Italia ascolta non senti la Patria tua chiamar? È giunto il momento di riscossa i tedeschi dobbiam scacciar Italiano italiano se redimerti tu vuoi devi farti partigiano e salvar l’Italia puoi Prendi in pugno qualche arma e vieni via con noi la bella terra nostra purifichiamo dai traditor Della 23' brigata noi siamo del gruppo Casentino siam pronti a sfidare il destino e l’onore d’Italia a salvar In piedi compagni alla riscossa i fascisti dobbiam scacciar al canto della mitraglia nostra i morti dobbiamo vendicar Italiano italiano se redimerti tu vuoi devi farti partigiano e salvar l’Italia puoi Prendi in pugno qualche arma e vieni via con noi la bella terra nostra purifichiamo dai traditor

Informazioni

L'inno è stato scritto da William Pallanti pochi giorni prima di essere fucilato dai tedeschi, per rappresaglia, a Pievequinta, il 26 luglio 1944. paoletta51@gmail.com

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  antifascisti
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31