titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Il partigiano di Pozzaglio

La giusta pace è giunta alle porte bandiera rossa ormai vittoriosa troppi eroi han raccolto la morte ognun di loro avrà la sua rosa. E gli eroi che son caduti per la vittoria passeran nel libro sacro di questa storia. Belle bambine venite ad abbracciare chi colla fede e speranza nel cuore l'Italia nostra seppe liberare col proprio, sangue e il proprio onore. Partigian son due anni che soffri tanto ma il soffrire per la patria è sempre un vanto. Mille tormenti hai sfidato cantando col tuo bel mitra fedele in compagnia nazifascisti ti stavan cercando erano in troppi e dovevi andar via. Ora è giunto finalmente il gran momento che i Tedeschi e i fascisti van come il vento. Dalla sua mamma ritorna il partigiano dalla sua mamma oppur dalla morosa per tanti giorni gli è stato lontano ma per la fede ormai vittoriosa. Partigiano son due anni che soffri tanto ma il soffrire per la patria è sempre un vanto. Il primo ucciso è stato a Pozzaglio era innocente e chiamava la mamma pietà invocava lor l'han fucilato lo sdegno in tutti accese la fiamma. Mai pietà di quelle bestie ma bestie vili donne e vecchi han picchiato coi loro fucili assassini vi daremo ciò che vi aspetta siam milioni d'Italiani vogliam vendetta.

Informazioni

Sull'aria di "Ho detto al sole".

Indicazioni bibliografiche

Savona A. Virgilio, Straniero Michele L., Canti della Resistenza italiana, Milano, Rizzoli, 1985

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Tags:  antifascisti
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
 
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30