Il muratore

Lu muraturi fabbrica palazzi ma la sua casa non può fabbricari e insemi ccu li gicchi e la muggheri dintra la baracca avia a durmiri. S'arrambica e và supra fino in cielo e a lu signuri vulissi parlari ma è fuori di la grazia lu muraturi e non l'ascuta lu nostru signuri. E quanti belli case hai fabbricatu e quantu desiderii hai progettatu ma quantu è la fini di lu mese a lu padruni porti affitto e spese. E dammi la manu muraturi oggi lasciamu tutti lu cantieri l'a sentiri perfino lu signuri lu fischietti di lu muraturi.

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Franco Trincale
Lingua:  siciliano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale ( maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
 
 
12
 
13
 
14
 
15
 
 
 
 
19
 
 
21
 
22
 
 
24
 
 
26
 
 
28
 
29
 
30