titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Ignoranti senza scuole

Ignoranti senza scuole, calpestate dal padron, noi eravam la plebe della terra ma in risaia come in prigion. E ci hanno detto ma questa vita la dovrete sempre far e i padroni ci son sempre stati e i padroni dovranno star. Ma un bel giorno ci abbiam risposto voi siete servi del padron e se lottiamo avremo più giustizia, più diritto di pane e di lavoro. Ma i padroni hanno armi di menzogna e corruzion hanno i giornali il cinema la radio che difendono i profitti del padron. Ma “noi donne” è gran faro che ci illumina il cammin e per noi donne è un’arma di progresso e di giustizia per tutte noi mondin.

ilDeposito.org non fornisce file o audio o registrazioni dei canti presenti ma ci limitiamo a segnalare altri siti dove è possibile ascoltare e/o scaricare i canti.

Link per ascoltare e/o scaricare il canto:

Informazioni

Canto del repertorio del Coro delle mondine della cooperativa dei Cappuccini di Vercelli ed eseguito durante il primo folk-festival di Torino (1965).

Indicazioni bibliografiche

AA.VV., Avanti popolo - Due secoli di popolari e di protesta civile, Roma, Ricordi, 1998

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31