titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Ho insultato il movimento

Come ti poni? Te l'ho già detto ripeti ancora non ho capito bisogna porci con il Partito bisogna porci, porci... Ho tradito il movimento il mio cuore di cemento ho insultato il sessantotto mamma mia quanto so brotto. Eravate ragazzini col mio amico Giannettini avevamo orgasmi pieni sol coi profughi cileni. Non v'ho detto tutto il resto sono qui proprio per questo quando ho fatto il bianco e nero voglio essere sincero. Chi m'ha dato quel contante quel brav'uomo d'Almirante e se questo poi v'intriga fui l'amico di Cossiga. Ma se di colpo venisse tremenda l'Apocalisse non mi spaventa il domani ho conosciuto i Taviani, Taviani e se la vita mia fosse minata dalla pertosse vorrei una cosa, una sola rivedere i film di Scola Ho incasso tre miliardi l'hanno visto pure i sardi l'han sentito pur i sordi sono tre miliardi lordi. L'hanno visto pure i ciechi sono tre miliardi biechi ma non mi dissocio affatto son contento che l'ho fatto son contento che l'ho fatto. Ma se di colpo venisse tremenda l'Apocalisse non mi spaventa il domani ho conosciuto i Taviani, Taviani, Taviani, Taviani, Taviani, Taviani ad libitum

Indicazioni bibliografiche

Pietrangeli Paolo, Cascami, Edizioni del gallo, Milano, 1979

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Paolo Pietrangeli
Anno: 
1978
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30