titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Finalmente la guerra è finita

Finalmente la guerra è finita, che l'Auropa fu già dissanguata, siamo tornati e al suol dell'Italia, 'biam terminato il nostro soffrir. Pace, pace, ci hai 'perto la via per ritornare e al suol dell'Italia, ma tu ci hai tolto di questa canaglia, da tanto tempo ci hai fatto soffrir. Austriaci, vil rassa dannata, gente infame, civile, senza cuore, ma e vendicasti l'Italia il valore con il martirio di noi prigionier. Ai lavori ci avete portato, peggio ancora dei schiavi venduti e a piedi scals' afamati e batuti, ma e sensa avere pietà e compasion. Abbiam visto ma più d'una sol volta cento Taliani e al pal maledetto, con baionetta puntata sul petto, ma chi si muove e ucciso sarà. Et al palo martirio crudele ma e con le mani di dietro legate, ma e con la punta dei piedi sollevati per due ore martirio durò. In sette giorni ci daste un sol pane ma e con un rancio rifiuto dei cani, ma e siete stati con noi disumani, ma e con voi l'odio per sempre sarà. Pace, pace, 'biam fatto ritorno ma e dall'Italia, civile nasione, ma e che dall'Austria la fame e il bastone ma ed i tuoi figli non soffron mai più.

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Commenti

Ritratto di ezio cuppone

Ho corretto la seconda riga laddove dice "che l'Europa fu già dissanguata" in "che l'Auropa fu..." come dal testo pubblicato da Vettori in "Canti del carcere" pag. 107 Ed Newton Compton Editori

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31