Eccellenza

Eccellenza lei certo lo sa come vanno le cose uno ruba e finisce in galera per tre o quattro anni si ricorda di certo che fu proprio lei a condannarmi si ricorda di quel che mi disse durante il processo lei mi disse la legge è la legge non può perdonare il sistema ha dei limiti ma non ci posso far niente eccellenza lei forse ricorda la mia vergogna ero un ladro avevo rubato dovevo pagare tutto ciò che mio padre e mia madre m'avevano detto stava scritto lì in quella sentenza che mi condannava eccellenza ho una cosa da dirti ti devo dir grazie ero un ladro e qui dentro ho scoperto che sono innocente eccellenza ho scoperto che il porco sei tu che stai fuori sei il porco da guardia che han messo sopra il capitale eccellenza non serve spostarci da un carcere all'altro dappertutto ormai c'è un compagno a spiegare le cose eccellenza è sbagliato rubare questo l'ho capito perché basta levarti di mezzo e non serve rubare.

Informazioni

Per ascoltare questa canzone:

http://www.giannisiviero.it/canzonidelc.htm

Indicazioni bibliografiche

Siviero Gianni  LP  Dal carcere, Divergo  DVAE 003, 1975

Condividi

Strumenti

Scheda del canto

Autore testo:  Gianni Siviero
Anno: 
1975
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale ( maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
 
 
12
 
13
 
14
 
15
 
 
 
 
19
 
 
21
 
22
 
 
24
 
 
26
 
 
28
 
29
 
30