titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Dimitrov

Nel millenovecentotrentatrè i nazisti hanno vinto le elezioni, con l'inganno e la violenza, contro il popolo [tedesco. Ma la classe operaia non si arrende mai. Ma la classe operaia non si arrende. Al servizio del grande capitale il nazismo sa fare il suo dovere. E così nel febbraio va in fiamme il Parlamento. "Di sicuro sono stati i comunisti assassini". "Di sicuro sono stati i comunisti". La Gestapo arresta d'improvviso Dimitrov, clandestino in una casa. Ed accusa dell'incendio scoppiato al Parlamento il commissario dell'Internazionale in Germania, il commissario dell'Internazionale. "Questo bulgaro è solo" pensa il boia e prepara la condanna già decisa. Ma la voce di Dimitrov, che accusa chi lo accusa, è la voce di tutti gli sfruttati del mondo, è la voce di tutti gli sfruttati. E treman dal berretto agli stivali i gerarchi con tutto il tribunale, perchè adesso la faccenda è certo propaganda ma soltanto per l'Internazionale di Stalin, ma soltanto per l'Internazionale. Magistrato picchia pure il tuo martello: tutto il mondo sente solo la sua voce! Il nazismo inquisitore, trasformato in imputato, alla fine ha dovuto liberare Dimitrov, alla fine l'ha dovuto liberare. E la sua voce che ci parla del fascismo è la voce della scienza e del coraggio. E' la voce della classe combattente e d'avanguardia. E' la rossa bandiera partigiana, compagni. E' la rossa bandiera partigiana!

Informazioni

Canzone sull'incendio del Reichstag nel 1933 (27 febbraio).

Indicazioni bibliografiche

Commissione Artistica del Movimento Studentesco di Milano (a cura di)  EP ,  lato A: I padroni possono perdere la testa, Dimitrov; lato B: Palestina!, Come Yu Kung rimosse le montagne, Edizioni Movimento studentesc0, 1972

Condividi

Strumenti

La storia cantata

Questo contenuto è legato all'evento L'incendio del Reichstag (27 February 1933).

Scheda del canto

Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30