titolosottotitolo

TwitterFacebookYouTubeMailFeed RSS

Per Claudio Varalli

Ti ho visto la foto è sul "Giorno" la faccia schiacciata per terra sembrava una foto di guerra eppure era solo Milano Ti ho visto la foto è sul "Giorno" la faccia schiacciata per terra sembrava una foto di guerra eppure era solo Milano E c'è c'è chi non sa che la lotta diventa ogni giorno più dura e c'è c'è chi lo sa ma ha paura e canta sempre più piano Ma c'è pure chi non si lascia piegare dai neri e dai democristiani c'è chi non aspetta domani per dire la sua verità E c'è chi ci lascia la vita come hai fatto tu a diciott'anni ucciso dagli stessi tiranni che ci rubano la libertà Ti ho visto la foto è sul "Giorno" la faccia schiacciata per terra sembrava una foto gi guerra eppure era solo Milano Ti ho visto la foto è sul "Giorno" la faccia schiacciata per terra sembrava una foto di guerra eppure era solo Milano Ti ho visto la foto è sul "Giorno" la faccia schiacciata per terra sembrava una foto di guerra eppure era solo Milano.

Informazioni

Questa canzone è stata scritta e cantata da Pino Masi e incisa nell' LP " Compagno sembra ieri" edito dai Dischi del Sole, con prefazione in copertina di Ivan Della Mea. (Narciso Moschini)

Indicazioni bibliografiche

Masi Pino, Compagno sembra ieri, Edizioni del gallo, 1977

Condividi

Strumenti

La storia cantata

Questo contenuto è legato all'evento L' assassinio di Claudio Varalli (16 April 1975).

Scheda del canto

Autore testo:  Pino Masi
Lingua:  italiano
Inserito da: ilDeposito.org
Note di pubblicazione
I diritti del contenuto sono dei rispettivi autori.
Lo staff de ilDeposito.org non condivide necessariamente il contenuto, che viene inserito nell'archivio unicamente per il suo valore storico, artistico o culturale (maggiori informazioni).

Newsletter

La Storia Cantata

L M M G V S D
 
 
1
 
2
 
3
 
4
 
5
 
6
 
7
 
8
 
9
 
10
 
11
 
12
 
13
 
14
 
15
 
16
 
17
 
18
 
19
 
20
 
21
 
22
 
23
 
24
 
25
 
26
 
27
 
28
 
29
 
30
 
31